Sunset Napoli – Golden Players Sala Consilina 60 – 68

 

Partitonaaaa….
La soddisfazione di veder realizzato un progetto di qualità in tutti i sensi.
 
Due squadre che hanno lottato per tutti e 40 minuti ad altissima tensione, con sportellate e aggressività che non vedi neanche negli Under 
19, ma con una correttezza esemplare, senza mai sfociare in uno stile non consono a quello Golden.
 
I primi tre quarti sono stati equilibratissimi e Coach Riscolo di Sala Consilina metteva un quintetto alto per cercare di bloccare le sfuriate di Jo Dalla Libera che in questo campionato ha dimostrato e stà dimostrando che è di un altro Pianeta..(quello Golden). 
 
Sbaragli, Celenza e Palmieri cercano di arginare Jo, ma nulla da fare, Dalla Libera ne segna 29 di punti, facendo gli straordinari anche per l’assenza di Mauro Buongiovanni. Per fortuna nelle fila dei Sunset è ritornato in formissima Killer Morelli (12 p.) ma nulla hanno potuto contro la giornata favolosa di Massimo Sbaragli (18 p.) che oggi ha messo in mostra tutta la sua classe, giocando praticamente in tutti i ruoli e difendendo come ai vecchi tempi quando era il predestinato a marcare gli americani avversari. In più ti arriva un Saverio Celenza, sempre nelle fila del Sala Consilina e ti realizza 11 punti, tutti fondamentali, e lo vedi buttarsi nel fuoco senza paura in ogni azione.
 
Ma il migliore in campo è stato certamente il Playmaker di Sala Consilina Biagio Martiello (19 p.) che oltre a realizzare punti importanti, ha fatto girare la squadra anche sotto pressione insieme a Gorga che ha dato equilibrio in attacco e il suo solito lavoro in difesa e Guillari che nel momento giusto ha realizzato una bomba da 3 micidiale, allontanando e dando il là per allungare nell’ultimo quarto di gioco.
 
Ottimo l’apporto di Cimminiello (8 p) tutti realizzati nel momento più importante e anche se infortunato, non è voluto mancare a questa semifinale, Giuseppe Verazzo pochi minuti ma di qualità e Massimo Zollo che sia all’inizio in quintetto che in altri frangenti è stato molto utile nel far girare la squadra.
 
Nei Sunset da segnalare Nunzio Pironti che addirittura per recuperare un pallone, si tuffa, rischiando di farsi male, e parte un applauso da tutti i presenti, dimostrando quanto amore e quanta passione c’è nel DNA di questi atleti non più giovani, ma che sono un esempio …per i giovani.

 
 
 
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
5/5
Visits:35
Oggi: 3
Totali: 10973
Massimiliano Riitano
Author: Massimiliano Riitano

Esperto in Digitalizzazione processi di vendita Lead generation e nuove tecnologie applicate alla vendita.